AfricInvest e Cathay Capital lanciano fondo panafricano. Apollo pensa a una Ipo per il vetro di Verallia. Montagu acquista Miraclon da Eastman Kodak

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

AfricInvest

AfricInvestIl tunisino AfricInvest si allea col francese Cathay Capital per lanciare un nuovo fondo con ottica panafricana: il Cathay Africinvest Innovation. Si veda qui techcrunch. Il fondo nasce con una dotazione di 168 milioni di dollari, e sarà utilizzato per sviluppare società che dimostrano una forte crescita in Africa e aperte ai mercati globali. Alla base del progetto c’è inoltre l’idea di creare nuovi posti di lavoro (tech) e aumentare la capacità di accesso ai servizi per milioni di africani. La partnership utilizzerà la presenza di AfricInvest in Marocco, Algeria, Tunisia, Costa d’Avorio, Nigeria e Kenya, (e prossimamente in Sud Africa con l’apertura di un ufficio a Johannesburg) nonché i collegamenti di Cathay Capital con gli ecosistemi tecnologici in Europa, Cina e Stati Uniti. A dicembre dello scorso anno, AfricInvest ha effettuato il closing a 194 milioni di euro per il fondo del Nord Africa, Maghreb Private Equity IV. L’azienda ha raccolto il suo terzo fondo panafricano – AfricInvest Fund III – a dicembre 2016, raggiungendo un totale di 272 milioni di euro per il veicolo.

Mia Immagine

ApolloApollo, dopo averla acquisita nel 2015 per 2,95 miliardi di euro, sta preparando il produttore francese di bottiglie di vetro Verallia per una IPO entro la fine di quest’anno, in quella che potrebbe diventare una delle più grandi offerte pubbliche iniziali francesi dell’anno. Si veda qui Reuters. Apollo ha ingaggiato Lazard come suo consulente IPO, ha chiesto alle banche di farsi avanti nei prossimi giorni per i ruoli nell’organizzazione della quotazione, che potrebbe stimare Verallia a più di 4 miliardi di euro (4,5 miliardi di dollari). Rothschild è invece il consulente di Verallia. Quest’ultima trae le sue origini dalle vetrerie Vauxrot fondate nel 1827, conta tra i suoi clienti Pernod Ricard, la casa dello champagne Dom Perignon e il produttore di cioccolato e Nutella tra i suoi clienti. Si prevede che la quotazione possa avvenire intorno a settembre. La Francia ha visto poche IPO di recente e alcune operazioni, come quella della società di logistica Gefco, sono state un po’ tirate a causa di condizioni di mercato traballanti. Il gruppo turistico Club Med ha scelto poi Hong Kong per la sua quotazione. Tra le poche altre grandi aziende francesi che potrebbero cercare una quotazione in borsa quest’anno è la società di lotterie statale Francaise des Jeux, una partecipazione in cui potrebbe essere venduta ai sensi di una legge pubblicata lo scorso anno. Si prevede che Verallia avrà un EBITDA di circa 550 milioni di euro quest’anno e potrebbe essere valutata tra 7 e 8 volte quella cifra in una potenziale IPO, dicono le fonti. I comparabili come Vetropack, Owens-Illinois o Vidrala quotano in una un’ampia gamma di moltiplicatore dell’EBITDA da 2,7 a 9,4 volte.

Montagu Private EquityMontagu Private Equity ha annunciato di aver portato a termine l’acquisito della divisione di packaging flessografico da Eastman Kodak Company. La divisione opera come una società indipendente nota come Miraclon. Come precedentemente annunciato, il team di leadership flessografica di Kodak ha seguito il destino della cessione come parte dell’accordo e continuerà a gestire direttamente il business. Il controvalore è stato di 320 milioni di dollari. Si veda qui pehub. I proventi netti della transazione saranno utilizzati da Kodak per ridurre il debito a lungo termine. La Società prevede di rifinanziare il restante debito a termine. Negli ultimi cinque anni, il settore del packaging flessografico (FPD) è cresciuto e ha prosperato all’interno di Kodak diventando un attore significativo nel settore della stampa di imballaggi. Kodak rimane impegnata nel settore della stampa e nella fornitura di prodotti e servizi che soddisfano le esigenze in continua evoluzione delle stampanti. A seguito di questa transazione, Kodak continuerà a concentrarsi sulle aree di crescita delle lastre ambientali SONORA, sulla tecnica del getto d’inchiostro per i clienti aziende, sul software per il workflow e sulle licenze del marchio. UBS Investment Bank ha agito in qualità di consulente finanziario esclusivo e Akin Gump Strauss Hauer & Feld LLP ha agito in qualità di consulente legale di Kodak per la transazione. Ernst & Young ha svolto il ruolo di advisor finanziario, Bain & Co. ha agito come consulente commerciale e Linklaters LLP ha agito come consulente legale di Montagu per la transazione. Per quanto riguarda la parte italiana della transazione Legalitax Studio Legale e Tributario ha assistito la parte venditrice Eastman Kodak Company, con un team composto dal partner Alessandro Pappalardo e dall’avvocato Guido Malpezzi. Montagu Private Equity LLP è stata assistita in Italia da Linklaters con un team composto dalla managing associate Anna Gagliardi e dall’associate Giulio Politi per gli aspetti corporate e dalla counsel Federica Barbero per le tematiche giuslavoristiche.


Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Prev 1 of 82 Next
Prev 1 of 82 Next