La rete del Portale Italiano è un aggregatore di news è pubblica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana.Per richiedere rimozione o inserimento articoli clicca qui

Documenti per Finanziamento 2019: quali sono necessari per acquisto auto ed elettrodomestici

Finanziamenti online

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

WhatsApp solo messaggi


Quali sono i documenti necessari da presentare per ottenere un finanziamento? Nei prossimi paragrafi vedremo qual è la documentazione necessaria per un finanziamento auto 2019; quale per ottenere un finanziamento a Tasso Zero 2019 dalle aziende MediaWorld, Euronics e Unieuro; vedremo quali documenti servono per ricevere un finanziamento da Agos nel 2019; quali sono i documenti obbligatori per i finanziamenti Findomestic 2019; i documenti da presentare per ricevere un prestito da Ikea e dalla Apple; mostreremo quali documenti servono per ottenere un finanziamento con Compass ed infine parleremo dei documenti necessari per richiedere e ricevere i finanziamenti per pensionati 2019.

Documenti necessari per Finanziamento Auto 2019

Per ottenere un finanziamento auto, che sia vecchia o nuova, sono necessari dei requisiti e dei documenti specifici. Tal volta è la concessionaria stessa ad appoggiarsi ad una finanziaria esterna, o a captive, l’emanazione della Casa automobilistica. In questo caso si riceverà il finanziamento direttamente dal concessionario. In alternativa il cliente potrà sempre richiedere un finanziamento ad una banca o ad una finanziaria autonomamente, e saldare l’acquisto dell’auto. In entrambi i casi, per ottenere il prestito, le varie finanziarie, o la società automobilistica richiederà una documentazione ben specifica. L’ente che erogherà il finanziamento, prima di procedere dovrà accertarsi che il richiedente è in grado di risanare il debito, dunque andrà a certificare il reddito del soggetto in questione. A tal proposito sarà richiesta la copia dell’ultima busta paga, per gli autonomi, gli artigiani ed i liberi professionisti sarà necessario presentare l’ultima dichiarazione dei redditi.

Un altro documento necessario è il certificato di stipendio per i dipendenti, e per i pensionati sarà invece richiesto il cedolino della pensione. Per ricevere un finanziamento auto ci sono dei requisiti che vanno rispettati. Ad esempio l’età del richiedente dovrà essere compresa tra i 18 e i 75 anni, che non dovranno essere ancora compiuti al momento della richiesta. Tuttavia ci sono alcune banche e finanziarie che concedono dei prestiti anche a coloro i quali hanno già superato l’età precedentemente indicata, e arrivano a finanziare anche richiedenti 80enni, 85enni e 90enni, ma sono davvero poche. Un’altro parametro del quale tenere conto prima di richiedere un finanziamento è la residenza. E’ importante specificare che chiunque voglia ottenere un finanziamento auto 2019 in Italia, dovrà avere la residenza italiana. Questo non è valido per la cittadinanza, in quanto esistono molti tipi di finanziamenti auto pensati appositamente per gli stranieri.

Il lavoro, la pensione o una qualsiasi entrata fissa, sono elementi essenziali per la buona riuscita del finanziamento. Le rate dovranno essere periodicamente saldate con estrema puntualità, e l’entrata fissa, come quella di uno stipendio, serve a garanzia che il saldo possa avvenire senza alcun problema. Solitamente per la concessione di un finanziamento, gli enti prediligono i lavori a tempo indeterminato, i dipendenti statali, i dipendenti pubblici e anche i privati. In alcuni casi i finanziamenti vengono concessi anche a chi ha un lavoro a tempo determinato. La finanziaria responsabile dell’erogazione del prestito, prima di procedere, raccoglierà delle informazioni sui ‘precedenti’ del richiedente. È molto importante avere una buona affidabilità creditizia e non essere inserito nella Black List dei cattivi pagatori. Per entrare a far parte di questa lista, basta non aver saldato anche una rata, o averlo fatto in ritardo, anche se si tratta di un finanziamento di importo minimo. La finanziaria procederà con la sua indagine attraverso un’interrogazione alle Centrali rischi (SIC), attraverso le quali, potrà scoprire se nella lista nera è presente o meno il nome del richiedente e decidere di erogare il finanziamento.

Documenti per Finanziamento a Tasso Zero MediaWorld 2019: quali sono necessari?

Finanziamenti online

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

WhatsApp solo messaggi

Sia che si tratti di grandi o piccoli elettrodomestici, con i finanziamenti MediaWord è possibile pagare l’importo in piccole rate. I finanziamenti MediaWord sono applicabili solo su importi superiori a 199 euro, sia nei punti vendita dell’azienda che sul portale online della stessa. Nel 2019 MediaWord ha pensato anche a dei finanziamenti a tasso zero per i propri consumatori. È il caso dell’offerta valida dal 9 al 30 maggio 2019 sui grandi elettrodomestici per una spesa minima di 299 €. Per tutto il resto dell’anno MediaWord dispone di finanziamenti grazie alla collaborazione con Findomestic. Richiedere il prestito online è molto semplice. Basterà collegarsi al sito di MediaWord, fare i propri acquisti e riempire il carrello virtuale. Una volta terminata questa frase dovrete procedere con il pagamento e scegliere la modalità ‘Finanziamento Findomestic’. A questo punto sarete indirizzati su una nuova pagina sulla quale avrete la possibilità di scegliere l’importo del finanziamento, il piano rateale e la durata dello stesso. Nella stessa piattaforma vi sarà richiesto di inserire la documentazione necessaria.

Dovrete compilare il modulo di richiesta di finanziamento inserendo tutti i vostri dati, allegare i documenti richiesti e sottoscrivere il contratto con la firma digitale. A questo punto non vi resterà che attendere qualche ora per ricevere la risposta di Findomestic, che attraverso una comunicazione spiegherà al richiedente se ha potuto accogliere o meno la richiesta di finanziamento. Tra i documenti da fornire in allegato alla finanziaria ci sono: un documento di identità in corso di validità, un documento di reddito e un codice fiscale, infine un documento che attesti l’indirizzo di domicilio o residenza. Per quanto riguarda il documento di identità, i cittadini italiani possono allegare la carta di identità, il passaporto, il porto d’armi, la patente o la tessera ministeriale. I richiedenti facenti parte di un paese all’interno della comunità europea, dovranno presentare la carta di identità, l’attestazione di regolarità di soggiorno o l’iscrizione anagrafica, o in alternativa il certificato di residenza contestuale. Il documento che attesta l’indirizzo di domicilio o residenza, come una bolletta o il libretto di circolazione, va presentato solo nel caso in cui sul documento di identità è presente un indirizzo differente. Per documenti che attestano il reddito si intende: un cedolino della pensione per i pensionati o il modello Obis per gli stessi, per i lavoratori dipendenti è richiesta l’ultima busta paga, mentre per i liberi professionisti è necessario presentare l’ultima dichiarazione dei redditi.

La documentazione richiesta va inviata il prima possibile, in quanto MediaWord dopo 5 giorni lavorativi che è stato effettuato l’odine degli elettrodomestici, può decidere di annullarlo. Gli acquisti saranno spediti solo una volta che Findomestic avrà accettato la richiesta di finanziamento. Il prestito non può in alcun modo essere richiesto e concesso a persone giuridiche. Solo i consumatori potranno usufruire dei prestiti MediaWord 2019 e l’utente che effettua l’ordine, sia online che in negozio, deve necessariamente essere la medesima persona che procede, in un secondo momento, con la sottoscrizione del finanziamento Findomestic. Le condizioni per richiedere un prestito sull’acquisto di elettrodomestici MediaWord sono: avere un età compresa tra i 18 anni e 75, essere in possesso di un conto corrente bancario o postale, e avere la residenza italiana.

Documenti necessari per Finanziamento Euronics a Tasso Zero 2019

Da Euronics è possibile acquistare elettrodomestici e prodotti per la casa a prezzi molto convenienti, grazie alle numerose offerte proposte dall’azienda. Inoltre c’è la possibilità di accedere a dei finanziamenti a tasso zero pensati appositamente per l’acquisto di frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici, forni, scope elettriche, televisori e quant’altro. Grazie alla partnership con Findomestic, è possibile effettuare un finanziamento online dal sito Euronics. Basterà caricare la merce che si desidera acquistare nel carrello, scegliere la rata di rimborso che più vi fa comodo e compilare il form online. A questo punto sarà necessario attendere una risposta di fattibilità del finanziamento richiesto, ed infine bisognerà scaricare e leggere il contratto. Grazie all firma digitale tutto ciò può avvenire online. Una volta firmato il contratto bisognerà rinviare la documentazione a Findomestic.

Una volta effettuata la richiesta, potrete visualizzarne lo stato di avanzamento direttamente online e vi saranno mandate delle mail con tutti gli aggiornamenti sul vostro indirizzo di posta elettronica. In questo periodo sul sito Euronics è attiva la promozione del ‘tasso zero’ per alcuni prodotti. Ad esempio dal 15 maggio 2019 al 29 maggio 2019, sulla TV a Led da 800 euro, è attiva una promozione che permette di pagare l’importo in 20 rate mensili da 40 euro cada una. Il Tan è fisso allo 0%, così come il Taeg. Ciò significa che non ci saranno interessi da pagare sul totale di 800 euro, e che quest’ultimo è da considerarsi come prezzo complessivo per l’acquisto del televisore. La decorrenza media della prima rata è fissata a 180 giorni. Un’altra partnership che permette di usufruire di finanziamenti sui prodotti Euronics, è quella che l’azienda ha con Agos Ducato S.P.A. E’ possibile richiedere un prestito e pagare i prodotti in comode rate da far addebitare direttamente sul proprio conto postale o bancario.

Grazie a questo finanziamento online, attivo dal 17 aprile 2019 al 29 maggio 2019, un televisore a Led di Euronics, del valore di 700 euro, potrà essere pagato in 20 comode rate mensili da 35 euro cada una. Anche in questo caso Taeg e Tan saranno fissi allo 0%. La prima rata è fissata a 30 giorni e importo finanziabile va dai 299 euro ad una cifra massima di 5.000 euro. La rateizzazione dei prestiti può variare dai 12 ai 25 mesi e sia che si tratti di finanziamenti Findomestic che Agos Ducato, la procedura online da seguire è quella indicata precedentemente. Per quanto riguarda la documentazione da fornire alle finanziarie, sarà necessario presentare: un documento che attesti il reddito, così che Agos Ducato o Findomestic possano accertarsi dell’effettiva possibilità per il richiedente di poter saldare il proprio debito con pagamenti rateali. Si dovrà allegare anche una copia della propria carta di identità in corso di validità, e una copia del proprio codice fiscale o della tessera sanitaria.

Finanziamenti bei

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

WhatsApp solo messaggi

Documenti per Finanziamento Unieuro 2019

Da Unieuro nel 2019 è possibile finanziare i propri acquisti grazie ai prestiti Agos. La procedura per richiedere un finanziamento è molto semplice e simile a quelle sopraindicate. Basterà scegliere l’opzione di pagamento ‘Finanziamento Agos’ dal sito Euronics e seguire sulla stessa piattaforma tutte le indicazioni per inviare ad Agos la documentazione necessaria. Questo finanziamento può essere richiesto da tutti i cittadini residenti in Italia con età compresa tra i 18 e gli 80 anni. Dovranno essere soggetti con un reddito dimostrabile ed in possesso di un conto corrente postale o bancario.

I documenti da presentare ad Agos per la richiesta di finanziamento sono essenzialmente 4: un documento di identità, un documento di reddito, un codice fiscale e un documento di soggiorno. Quest’ultimo è necessario solo nel caso si tratti di cittadini non comunitari e potrà essere o un permesso di soggiorno o una carta di soggiorno in corso di validità. Per il documento di identità potrà essere presentata una semplice carta sia in formato elettronico che cartaceo. Il codice fiscale potrà essere fornito allegando una copia della tessera sanitaria o della tessera plastificata bianca e verde. I dipendenti pubblici, come documento di reddito dovranno allegare l’ultima busta paga percepita. Sempre a dimostrazione del reddito, i lavoratori autonomi dovranno invece fornire il modello unico contenente i dati anagrafici, la ricevuta di invio telematico e la pagina con i quadri RN. I richiedenti pensionati dovranno dimostrare il proprio reddito allegando il libretto della pensione con l’estratto conto, oppure l’ultimo CUD, il cedolino della pensione, o ancora il modello 0 bis M annuale. La cosa fondamentale è che sul documento che attesta il reddito del richiedente pensionato, siano riportate la categoria e l’importo della pensione.

Documenti per Finanziamento Agos 2019: cosa presentare necessariamente

La società Agos Ducato è una finanziaria che permette di avere accesso a prestiti di varia tipologia, sia per l’acquisto di elettrodomestici, che di automobili, che di abitazioni. Per richiedere un prestito direttamente ad Agos servono solo 3 documenti: una carta di identità, un codice fiscale e un documento di reddito. La documentazione è necessaria per vari aspetti. Innanzitutto, la finanziaria ha la necessità di verificare il reddito del richiedente e di accertarsi che quest’ultimo possa saldare il suo debito con rate mensili. Dunque è importante che il beneficiario del prestito presenti un documento valido a dichiarare un’entrata pecuniaria mensile, consistente a tal punto da poter ripagare il debito.

Una delle prime domande che la finanziaria pone al richiedente, riguarda proprio la sua posizione lavorativa e la stabilità del suo lavoro. Principalmente vengono preferiti soggetti con lavori a tempo indeterminato e con un lavoro fisso. Tuttavia anche i lavoratori autonomi possono accedere ai prestiti nel caso in cui riescano a dimostrare di avere una buona situazione redditizia. La finanziaria in questo modo, richiedendo quante più garanzie possibili, cerca di preservarsi dal rischio di insolvenza. I dati della carta di identità e del codice fiscale servono invece a compilare tutti i moduli del contratto. Identificare in maniera corretta il soggetto richiedente, serve ad Agos ad accertarsi che il cliente non sia inserito nella lista nera dei cattivi pagatori, che lo stesso non sia protestato, e serve a capire se il richiedente ha già a suo carico altri finanziamenti attivi, che possano in qualche modo intralciare il risanamento del debito. Solitamente se tutte queste condizioni non sussistono e l’entrata media del richiedente soddisfa le richieste della finanziaria, quest’ultima tende a concedere il finanziamento al cliente in questione. Le caratteristiche dei prestiti Agos Ducato sono la semplicità e la flessibilità.

Il tetto massimo di tali finanziamenti è di 30 mila euro, e possono essere richiesti comodamente online. Dopo l’accettazione del finanziamento, in meno di 48 ore il richiedente vedrà erogato l’importo del quale ha fatto richiesta. La flessibilità si basa sul fatto che i finanziamenti di Agos Ducato possono essere modificati in qualsiasi momento, che si tratti dell’importo o della durata. In più è anche possibile saltare una rata, e tutto questo ha un costo pari a zero.

Finanziamenti online

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

WhatsApp solo messaggi

Documenti obbligatori per Finanziamento Findomestic 2019

Anche Findomestic come Agos Ducati, permette di accedere a finanziamenti di vario tipo, sia online che presso uno degli uffici più vicini a voi. La documentazione è simile a quella richiesta da Agos. Sono necessari essenzialmente solo 3 documenti: una carta di identità, un codice fiscale e un documento di reddito. Il regolamento online di Findomestic specifica che la carta di identità non è l‘unico documento valido al fine di analizzare tutti i dati del richiedente. Nel caso in cui la CI sia scaduta o sia stata persa, è possibile sostituirla presentando una patente o un passaporto in corso di validità.

È valido anche il porto d’armi o una tessera ministeriale. Nel caso il cliente sia un soggetto residente in Italia ma con cittadinanza in un paese dell’Unione Europea, dovrà presentare il certificato di residenza contestuale, l’attestazione di iscrizione anagrafica o l’attestazione di regolarità di soggiorno. Infine, se il cittadino è appetente ad uno stato al di fuori dell’Unione Europea, per ricevere il finanziamento dovrà fornire anche una copia del documento di soggiorno. Se il richiedente possiede un domicilio o una residenza differente da quella riportata sul documento di identità, è necessario che fornisca anche un documento che indichi la residenza o il domicilio corretto. L’indirizzo corretto può essere verificato ad esempio tramite una bolletta o con il libretto di circolazione.

Il codice fiscale potrà essere fornito allegando una copia della tessera sanitaria o della tessera plastificata bianca e verde. Anche in questo caso, fornire un documento di reddito è di fondamentale importanza, non solo per verificare la possibilità per il richiedente di riuscire saldare il debito, ma anche per stabilire l’importo finanziabile. Infatti, in base alla capacità economica del cliente è possibile fissare una rata mensile più o meno alta. Un richiedente che percepirà uno stipendio maggiore, potrà far fronte a rate mensili di importo superiore a coloro i quali hanno una liquidità mensile più bassa. I lavoratori dipendenti al fine di dimostrare il reddito dovranno presentare il contratto di lavoro oppure le ultime buste paga. Da queste informazioni, Findomestic provvederà a calcolare la rata massima alla quale il richiedente potrà far fronte mensilmente, che solitamente è una somma pari ad un quinto dello stipendio netto. Questa modalità è chiamata per l’appunto ‘cessione del quinto’. I liberi professionisti e i lavoratori autonomi, nella documentazione dovranno presentare il modello F24 con in allegato la ricevuta di pagamento e il Modello Unico con in allegato ricevuta di presentazione. Con Findomestic si ha la possibilità di ricevere un prestito personale fino ad un massimo di 60 mila euro.

Documenti per ricevere un finanziamento da Ikea nel 2019

Spesso arredare casa può rivelarsi essere più dispendioso del previsto. IKEA propone ottimi prezzi e finanziamenti a tassi agevolati che permettono di acquistare mobili e oggetti di arredamento pagandoli in comode rate. Per accedere ai finanziamenti Ikea bisogna rispettare una serie di requisiti e fornire la documentazione richiesta dall’azienda. Vediamo tutto ciò che serve nello specifico.

Questi finanziamenti possono essere richiesti da tutti i cittadini residenti in Italia con età maggiore di 18anni. Dovranno essere soggetti richiedenti con un reddito dimostrabile ed in possesso di un conto corrente bancario. Anche nel caso di IKEA i lavoratori dipendenti dovranno presentare necessariamente l’ultima busta paga percepita, i lavoratori autonomi dovranno fornire il modello unico e i pensionati dovranno provvedere a presentare il modello OBIS/01M, o il CUD o il 730, o ancora il cedolino della pensione, le proprie coordinate bancarie e il codice IBAN. Tra i documenti di identità da presentare è possibile scegliere tra la carta di identità, un passaporto in corso di validità o la patente di guida. Il codice fiscale potrà essere verificato attraverso la tessera sanitaria. Infine per i richiedenti stranieri è necessario fornire un documento in corso di validità che attesti la regolarità di soggiorno nel nostro paese.

Finanziamenti cambializzati

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

WhatsApp solo messaggi

Documenti necessari per Finanziamento Apple 2019

I prodotti di elettronica della Apple, quali i Mac, i Tablet o gli iPhone, sono tra i più costosi in commercio. Tuttavia il loro prezzo è giustificato dalle funzionalità che possiedono, dalla resistenza e dal design senza uguali. Nel 2019 è possibile acquistare i prodotti Apple usufruendo di finanziamenti che permettono di pagare comodamente a rate ciò che più si desidera. Nel caso di Apple ci sono diverse modalità tramite le quali richiedere un prestito: sul sito online, presso uno dei punti vendita dell’azienda statunitense che ad oggi sono circa 458 nel mondo ed infine presso uno dei rivenditori autorizzati sparsi in tutta Italia. Nel primo caso, al momento dell’acquisto sul portale online, bisognerà cliccare sull’opzione ‘finanziamento’. A questo punto il richiedente dopo aver effettuato la richiesta ed aver inviato la documentazione richiesta, dovrà attendere la risposta dell’azienda.

L’esito del finanziamento dipende da Agos Ducato, che grazie alla partnership con Apple può decidere o meno di concedere i finanziamenti alla clientela. La documentazione necessaria comprende un documento di identità in corso di validità, il codice fiscale e un documento che attesti il reddito, come cedolino della pensione, la busta paga o il modello unico per i lavoratori autonomi. Spesso ci si chiede se è possibile ottenere finanziamenti Apple senza presentare la busta paga. Nel caso il richiedente sia uno studente o non abbia un lavoro, dunque non possa presentare la busta paga, potrà ovviare al problema tramite un garante. Questa figura ha lo scopo di ‘garantire’ alla finanziaria l’effettiva possibilità per il cliente di ripagare il suo debito a seguito del finanziamento.

Nel caso non si è in possesso di una busta paga e non si voglia rinunciare ai prodotti Apple, c’è sempre la possibilità di acquistare iPhone e Tablet tramite i Provider, ovvero i gestori telefonici italiani. Questi ultimi, infatti, spesso propongono offerte di piani telefonici con minuti, messaggi e giga, associate all’acquisto di prodotti Apple. In questi casi basterà versare una quota iniziale e pagare tutto in comode rate. In questo caso i documenti da fornire sono un codice IBAN e i dati bancari personali. Nel caso in cui non si è in possesso di un conto corrente bisognerà avere almeno un bancomat o un libretto degli assegni. Nel caso in cui si decida di acquistare un prodotto Apple presso gli stores o i rivenditori, sarà necessario attendere più a lungo per ricevere i prodotti richiesti. A tal proposito prima di poter usufruire dei prodotti Apple, bisognerà attendere che il finanziamento venga accettato da Agos, la quale valuterà i documenti inviati.

Quali documenti servono per ricevere un finanziamento Compass

I prestiti personali Compass rappresentano per molti consumatori una soluzione di finanziamento a tassi agevolati. Essi sono di 4 tipologie: il prestito personale Easy Classic, il prestito personale Easy Jump, l’Easy Change e l’Easy Flex. Il prestito Easy Classic è quello standard che non permette modifiche lungo il periodo di rimborso, ha il vantaggio di avere una rata di rimborso mensile costante nel tempo. Con Easy Jump, qualora ne avesse bisogno, il cliente ha la possibilità di saltare una rata senza alcun costo aggiuntivo, fino ad un massimo di 5 volte. Il saldo residuo verrà versato al termine del periodo contrattuale. Utilizzando Easy Change è prevista l’opzione ‘cambio rata’. Ciò consente al richiedente di ridurre la rata fino ad un massimo di 5 volte lungo il periodo di rimborso, senza dover versare alcun costo aggiuntivo. Tuttavia in questo modo si andrà a prolungare il periodo di rimborso e le rate verranno versate nei mesi a seguire. Infine con Easy Flex, il richiedente la la possibilità sia di cambiare rata che di saltarla, fino ad un massimo di 5 volte per ogni opzione e senza alcun costo aggiuntivo.

In tutti questi casi per richiedere un finanziamento è necessario aver compiuto almeno il 18esimo anno di età, o di avere un’età inferiore o pari ai 70 anni. Un’altra condizione è la residenza in Italia, mentre ai cittadini stranieri è concesso il prestito solo se posseggono un permesso di soggiorno valido e si trovano nel nostro paese da almeno 1 anno. Il prestito Compass è possibile richiederlo sia online che presso uno degli uffici sparsi in tutta Italia. Per prendere un appuntamento è possibile contattare il numero verde 800 77 44 33, o fissarlo dalla piattaforma online. Come per i casi precedentemente indicati, per richiedere un prestito Compass è obbligatorio presentare dei documenti ben precisi. Come prima cosa un documento di identità in corso di validità, il codice fiscale attraverso la tessera sanitaria o con la carta regionale dei servizi, ed infine un documento che possa attestare il reddito del richiedente. In quest’ultimo caso i pensionati dovranno fornire il cedolino della pensione o le ricevute dei pagamenti INPS, i lavoratori dipendenti forniranno l’ultima busta paga, infine i lavoratori autonomi forniranno il Modello Unico. Le rate del prestito Compass possono essere scelte direttamente dal richiedente in base alle sue necessità. Esiste la soluzione ‘Cifra Tonda’ che consiste in un importo tondo tutto compreso. Ogni mese il richiedente farà fronte alla stessa cifra, semplice e chiara da ricordare. Il rimborso dei prestiti Compass può avvenire o tramite bollettino postale, o utilizzando l’addebito diretto in conto (SDD). Quest’ultima è considerata la modalità di pagamento più sicura e anche la più veloce in assoluto. Tuttavia è possibile rimborsare i bollettini presso diversi esercizi abilitati. Ad esempio: in tutti i punti autorizzati QuiPay, recandosi in tutti gli uffici postali, nelle ricevitorie Sisal (oltre 45 mila), nelle tabaccherie, nei bar, supermercati, nelle cartolerie, nei ristoranti, nelle ricevitorie del Lotto, purché ognuno di questi esercizi sia collegato alla rete Lottomatica Servizi.

Finanziamenti Pensionati 2019: quali documenti presentare

Molti pensano che i pensionati rientrano in quella categoria di persone che non può avere accesso ai finanziamenti. In realtà non è così in quanto esistono diverse società, come quelle di cui abbiamo parlato nei paragrafi precedenti, che prevedono dei prestiti anche per chi è già andato in pensione. Spesso i pensionati possono richiedere dei finanziamenti anche se sono stati protestati in passato o se sono stati per qualche ragione inseriti nella lista dei cattivi pagatori. Per richiedere un prestito è necessario che presentino anch’essi l’apposita documentazione della quale parleremo nello specifico in questo paragrafo. Serve un codice fiscale in modo da identificare il soggetto nei confronti del fisco ed è necessario un documento di identità. In questo caso può essere utilizzato un passaporto, una carta di identità in corso di validità o una patente di guida nel caso il soggetto ne sia ancora in possesso.

Per i richiedenti in pensione stranieri è richiesto un attestato di residenza che certifichi la residenza nel nostro paese, e per i richiedenti provenienti da un paese fuori dall’Unione Europea è richiesto anche un certificato di soggiorno. Come documenti di reddito, i pensionati possono presentare il cedolino della pensione. Qui è riportato l’importo mensile che il soggetto percepisce, e da questo può essere calcolata la rata di rimborso, solitamente pari ad un quinto dell’intera pensione. Il cedolino viene spedito dall’INPS direttamente a casa del richiedente. Al fine di permettere alla banca di considerare tutte le entrate mensili del soggetto richiedente, dunque di facilitare l’accettazione della richiesta di finanziamento, è opportuno presentare una documentazione quanto più vasta possibile. Ad esempio se il cliente percepisce l’affitto di una casa di proprietà, dovrebbe presentare il contratto o un estratto conto bancario in modo da dimostrare quante più entrante possibili. Un altro documento che possono presentare i pensionati al fine di ottenere il finanziamento è il Modello ObisM. Si tratta di una sorta di carta di identità della propria pensione, che fa una panoramica molto chiara e articolata delle entrate pensionistiche che il soggetto percepisce ogni mese, considerando anche le eventuali trattenute. Questo documento lo si ottiene, in maniera del tutto gratuita, facendo una domanda presso il proprio patronato di appartenenza, oppure dal sito INPS dopo aver effettuato la registrazione online.

Nel caso il richiedente pensionato abbia già altri prestiti in corso è opportuno che lo dichiari alla finanziaria presso la quale sta facendo domanda per un nuovo finanziamento. Questa condizione incide sulla decisione finale della società di credito di concedere o meno il prestito, in quanto si tiene conto anche delle spese che il soggetto deve affrontare mensilmente per saldare le rate del suo primo debito. In ogni caso prima di richiedere un nuovo finanziamento va fornita anche questo tipo di documentazione, che la si può richiedere facilmente presso l’istituto di credito di cui si è già clienti. Altri documenti che possono servire al pensionato per richiedere un prestito sono: una copia delle bollette pagate non vecchie più di 6 mesi, e una copia del proprio estratto conto bancario.

Finanziamento per Dipendenti 2019: documenti necessari con la busta paga

I dipendenti sia pubblici che privati rappresentano quella categoria di lavoratori maggiormente facilitata nell’ottenere un finanziamento da parte di un’istituto di credito. Uno degli aspetti considerati dalle finanziarie prima di concedere o meno un prestito è, come abbiamo già accennato in precedenza, l’entrata mensile del richiedente. Uno stipendio fisso mensile e un lavoro a tempo determinato sono elementi che giocano a favore del richiedente, che se non sarà segnalato come cattivo pagatore riuscirà in molti casi ad ottenere i prestiti richiesti. Solitamente tra dipendenti pubblici e dipendenti privati viene favorita la prima categoria. Infatti i dipendenti pubblici percepiscono un’entrata fissa proveniente dallo Stato italiano, dunque si presume che non possano andare in perdita. Il dipendente privato, pur avendo un contratto a tempo indeterminato, dipende sempre da un’azienda che può chiudere o fallire da un momento all’altro. Ancora meno favoriti sono i lavoratori che hanno un contratto a tempo determinato. In questi casi alcune finanziarie concedono comunque i prestiti, purché il soggetto non sia inserito nella lista nera dei cattivi pagatori e non risulti essere protestato. Nel caso in cui l’istituto di credito necessiti obbligatoriamente di una busta paga, esistono varie soluzioni per accedere comunque ai finanziamenti. Ad esempio è possibile stipulare un contratto con un periodo di rimborso di durata pari al proprio contratto di lavoro a tempo determinato. Il contro di questa soluzione è che nella maggior parte dei casi si potrà avere accesso a finanziamenti di piccola entità.

Un’altra soluzione è quella di presentare un garante, ovvero un soggetto, come un parente, che abbia un’entrata fissa (come una pensione, o uno stipendio proveniente da un lavoro a tempo indeterminato) che possa servire come garanzia alla finanziaria. In questo modo, nel caso in cui il richiedente non riesca a saldare il proprio debito, l’istituto di credito avrà una seconda fonte (una pensione o uno stipendio del garante) dalla quale recuperare il denaro del finanziamento. I dipendenti sono anche la categoria che non solo accede ai prestiti con maggiore facilità, ma anche con tassi molto più agevolati dei liberi professionisti, degli studenti o dei disoccupati. Per richiedere un finanziamento i dipendenti, sia pubblici che privati, dovranno fornire una documentazione ben articolata. Come prima cosa sarà necessario un documento di identità, in corso di validità. In mancanza di questo è possibile ovviare presentando il passaporto o una patente di guida. Dovrà essere presentato anche il codice fiscale attraverso la tessera sanitaria o con la carta regionale dei servizi, ed infine un documento che possa attestare il reddito del richiedente. Come documento di reddito, le banche e le finanziarie chiedono ai dipendenti l’ultima busta paga percepita. In alcuni casi gli istituti di credito possono richiedere anche una copia dell’ultimo estratto conto aggiornato. In ogni caso, anche se non richiesto, è sempre bene presentare una copia dell’ultimo estratto conto per velocizzare i tempi e ricevere un preventivo di finanziamento nel minor tempo possibile. Si può calcolare la rata mensile dei prestiti per dipendenti online. Sul web esistono infatti diversi strumenti in grado di calcolare la rata mensile, basterà inserire l’importo erogato e il tasso di interesse stabilito dalla finanziaria.

Source

Finanziamenti online

Richiedi info per finanziamenti agevolazioni e investimenti

WhatsApp solo messaggi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: